mercoledì 19 dicembre 2012

Santa Lucia a Soragna !!!


Sezione Leganord di Soragna

Il giorno giovedì 13 dicembre, la sezione Leganord di Soragna, in occasione 
della festa di Santa Lucia che si tiene ogni anno alla casa protetta S. Rita, 
ha donato un televisore agli ospiti della struttura.
Il nuovo apparecchio, della dimensione di 40 pollici, è già stato posizionato 
e messo in funzione all'interno del salone centrale e sostituirà il vecchio 
schermo ormai non più adatto a rendere immagini nitide e di buona qualità.
Durante il pomeriggio gli esponenti del movimento politico hanno partecipato 
alla festa organizzata dal personale della casa protetta dove sono stati 
ringraziati direttamente dalla coordinatrice e dal sindaco Iaconi Farina.



mercoledì 24 ottobre 2012


COMUNICATO

La Lega Nord sezione di Soragna intende esprimere e spiegare alla cittadinanza la propria posizione in merito alla recente nomina del nostro Sindaco alla presidenza dell'Unione Terre Verdiane.
É risaputo quanto la nostra posizione riguardo a tale ente sia sempre stata fortemente critica.
Riteniamo infatti , che le gestioni che si sono susseguite nel tempo ( fin dalla sua costituzione ) , abbiano portato Unione Terre Verdiane ad indebitamenti ingiustificati nonostante gli enormi costi sostenuti sia dai cittadini (soprattutto tramite le contravvenzioni stradali , vero pilastro portante del bilancio dell'ente ),sia dai comuni , a fronte di servizi quantitativamente e qualitativamente insufficienti , penalizzando soprattutto i paesi piú piccoli.
L'ottima idea di base , unire le forze per razionalizzare i costi migliorando i servizi , si é persa fin da subito nei meandri di uffici troppo costosi e nell'abnorme apparato burocratico che ha ben presto vanificato i potenziali vantaggi delle economie di scala.
Di quest'idea erano tutte le forze ,politiche e civiche , che hanno sostenuto e sostengono Salvatore Iaconi Farina.
Ad oggi la Lega Nord sezione di Soragna non ha modificato la sua opinione a riguardo , non avendo riscontrato negli ultimi anni quelle migliorie e quel cambio di marcia che avrebbe potuto convincerci del contrario.
Per questi motivi , l'elezione a Presidente del nostro Sindaco ci ha lasciato perplessi , sia nel metodo che nel merito.
Nutriamo , da sempre , grande fiducia nell'operato di Salvatore Iaconi Farina ed anche in questa circostanza confidiamo , anzi , siamo sicuri che in brevissimo tempo saprá correggere e risolvere quelli che sono i gravi problemi dell'ente che presiede.
Nel caso peró , ció non risultasse fattibile , nel superiore interesse dei cittadini , lo invitiamo fermamente a spogliarsi delle vesti del presidente e ad indossare quelle del liquidatore di un'esperienza che , a quel punto , sarebbe sotto tutti i fronti , fallimentare.

lunedì 4 giugno 2012

La Lega riparte





I nuovi segretari di Lombardia, Veneto e Emilia... Si comincia a vedere il cambiamento, avanti così perché non è ancora finita.

sabato 2 giugno 2012

Sciacalli e Parate



Quando le case non ci sono più non chiamiamoli "topi d'appartamento" …. chiamiamoli "topi" e basta.
Gli sciacalli si sono presentati sulle zone terremotate dell'Emilia, così come in ogni altro posto dove la terra trema e distrugge; i cittadini, già incazzati come le bestie, si sono dovuti arrangiare con ronde e sentinelle per cercare di contenere questo fenomeno. C'è chi dice che bisognerebbe sparare, c'è chi dice che la polizia non c'è e ci vuole l'esercito. Io dico che invece di far sfilare un asino avanti e indietro per una via, si potrebbe prendere i poliziotti che gli fanno da recinto e metterne uno davanti ad ogni casa non più agibile del modenese.

Perché dobbiamo fare le sfilate?? Non gliene frega niente a nessuno delle sfilate, alcuni pompieri si sono rifiutati di mettersi in bellavista, i politici si sono dileguati. Alemanno, sindaco dell'emblema nazionale non si è presentato. La gente è preoccupata perché 50000 posti di lavoro si sono volatilizzati in 25 secondi, qualcuno ha perso molto, qualcuno tutto. E Napolitano viene a dire che l'Italia è forte, che ce la farà, che qui.. che la..
Invece che mettere fuori il cartello "lavori in corso, scusate il disagio" la più alta carica dello stato fa una passeggiata per le vie di Roma, invita gente "momentaneamente inutile" a cena e dice che dobbiamo essere forti perchè il momento è catartico.

Se fosse lui quello forte probabilmente in giro ci sarebbero molti meno topi.. invece la guardia alla casa ognuno se la deve fare come può… tiriamone le conclusioni.

sabato 28 aprile 2012

FRIGNERO


L'articolo 18 verrà cambiato.. O forse no. Diciamo che i giornalisti si stanno sbizzarrendo per riuscire a dare le più fantasiose interpretazioni alle parole di questo o di quel politico.

Alla Fornero non gliene frega niente dell'articolo 18, ne tanto meno dei dipendenti ai quali piace il proprio lavoro, e lo portano avanti anche per mille euro al mese; non gli interessa nemmeno degli imprenditori che guadagnano come i dipendenti, se non meno, ma hanno la voglia di realizzare qualcosa di "giusto" e tengono duro anche se i tempi ( e i numeri ) dicono che è meglio fare il disoccupato cronico.
Per come la vedo io è tutta una questione di punti di vista: chi prende svariate migliaia di euro non deve fare i conti della serva, non lo capisce che con mille euro non vai neanche a mangiare la pizza al sabato, tutto qui. Semplice semplice.
Adesso c'è un'adorazione per il governo tecnico perché nel parlare sembra illuminato da tutte le divinità del mondo messe insieme, ma gente che prende un sacco di soldi, e che sopprattutto non ne ha mai presi meno, non può sapere come si sta dall'altra parte, dove devi decidere se mangiare la pizza o se andare al cinema.
La Fornero ha insultato, con le sue lacrime, un parte di italiani che le lacrime le fa non davanti alle telecamere, ma nel cucinino di casa, in silenzio. Questa è la realtà.
Adesso si è messa a fare un po' di politica anche lei, girando attorno alle cose e rispondendo a domande non fatte invece che a quelle fatte, in puro stile BalenABC.

giovedì 26 aprile 2012



COMUNICATO STAMPA


UMBERTO BOSSI: “NESSUN ‘BOSSI DAY’. ORA TUTTI UNITI PER LA PADANIA!”


“Io non andrò a nessun ipotetico ‘Bossi day’: io voglio solo i ‘Lega unita day’!
In questo momento bisogna pensare solo a concentrarsi sulla campagna elettorale e a raccogliere quante più firme a sostegno delle nostre proposte di legge di iniziativa popolare.
Ma soprattutto non voglio più che ci siano scontri o ci sia odio: adesso devono prevalere l’amore per la Lega e la fratellanza.
Ora tutti uniti per la Padania!”.

Lo afferma il Presidente Federale della Lega Nord.

On. Umberto Bossi.

giovedì 29 marzo 2012

Parassiti



Guardate bene questa foto perché segna l'inizio di un ciclo.
Destra, sinistra e l'altro si fanno fotografare con il premier non eletto.
Chi si è sempre combattuto, chi ha sempre incolpato il nemico della corsa verso il baratro, chi ha sempre sorriso a destra e a manca in cerca di voti, non in cerca di soluzioni e idee ma semplicemente in cerca di voti con i quali continuare a tirare avanti, adesso questo marasma di parassiti si è alleato perché la loro voce all'interno del parlamento è ancora qualcosa che conta.
Affettuosamente soprannominati ABC, bè queste figure guadagnano un sacco di soldi, ne fanno girare almeno mille volte tanto e non gliene frega niente se gli imprenditori non riescono a tirare avanti e se i dipendenti lasciano mezzo stipendio in tasse.

Uno schifo vero?

Ma come la prenderanno gli italiani: da un giorno all'altro non esistono più principi per i quali impegnarsi, se fino a ieri avere un'idea politica significava avere un concetto ben preciso di come si doveva gestire la comunità, oggi, chi si è sempre proposto come paladino e conoscitore di questi concetti, si dimostra solo un opportunista che all'occorrenza fa un bel sorriso e te la mette nel c….

Il popolo, quello che ingenuamente ascolta semplicemente quello che gli viene detto, sta per subire una delle lezioni più drastiche che si possano dare. Non avendo mai indagato - per briga e ignoranza - sulla veridicità delle parole dei rappresentanti dei partiti oggi, adesso si sente dire di non rompere i coglioni perché altre soluzioni non esistono se non quella di permettere a un ragioniere di prelevarci sia i soldi dalle tasche che quelli che nelle tasche ci devono ancora entrare, per farne ciò che vuole. Come dicevo prima, chi prende mille euro al mese, e alle ultime elezioni ha votato chi andava più di moda, è una bella cosa che stringa i denti e si prepari al colpo da dietro, e senza nemmeno lamentarsi tanto perché sono vent'anni che esiste l'alternativa.

giovedì 8 marzo 2012

E ADESSO ? ?



Boni e Belsito in foto di repertorio.
Sarà la "B" a far male alla Lega.

venerdì 24 febbraio 2012

Maroni a Parma




«La Lega Nord correrà da sola, a Parma, come in tutti gli altri comuni d'Italia dove si voterà a maggio.E qui il nostro candidato sarà Andrea Zorandi». E' stato l'ex ministro dell'Interno Roberto Maroni ad annunciare ufficialmente ieri sera, in una sala Aurea della Camera di commercio stipata in ordine di posti, la discesa in campo «solitaria» del Carroccio nella corsa per il sindaco della nostra città con i candidati che salgono così già a sette a un mese e mezzo dalla scadenza dei termini.

E i motivi della corsa senza alleati Maroni li ha spiegati subito dopo, interrotto dagli applausi dei militanti: «Il motivo è che non possiamo essere alleati con chi, come il Pdl, a Roma ha scelto di appoggiare un governo come quello di Monti che sta facendo di tutto per togliere soldi ai cittadini onesti per finanziare i propri amici banchieri e sta centralizzando le istituzioni come neppure ai tempi dell'alleanza del Caf (Craxi-Andreotti-Forlani negli anni '80 ndr) era accaduto».

giovedì 2 febbraio 2012

La Lega non è uguale per tutti



Il leghista Rainieri: "Il sito della Lega Nord Emilia non pubblica i miei comunicati"


«Noto con amarezza che sul sito ufficiale della Lega Nord Emilia, gestito dal responsabile organizzativo nazionale, non vengono pubblicati i miei comunicati. Mi auguro che sia solo una svista e non, invece, una precisa scelta con la quale si intende decidere preventivamente chi possa e chi non possa parlare». Lo afferma Fabio Rainieri, deputato parmigiano della Lega Nord.
«Per questo sono fiducioso che presto vengano inseriti nelle pagine on line della segreteria nazionale Emilia i miei comunicati, compresi quelli inviati alla stampa nei giorni scorsi, e si metta un freno a un sistema bulgaro divenuto ormai inaccettabile. Non vorrei, infatti, che il segretario nazionale facesse pubblicare e diffondere solo i suoi comunicati utilizzandoli come campagna elettorale in vista dei prossimi congressi contro qualche altro possibile candidato», conclude.

giovedì 5 gennaio 2012

COMUNICATO STAMPA

SEZIONE DI SORAGNA DELLA LEGA NORD

Leggendo sulla stampa locale le parole sempre più convulse e farneticanti di “Libera Soragna”, ci viene da sorridere al pensiero che Finzi e compagni non abbiano più idee cui attingere per cui si vedano costretti a rispolverare vecchi slogan e filmini (v. web-TV) pre-elettorali.
L’isola felice che descrivono se fossero loro al governo, potrebbero berla dei cittadini estranei alla nostra realtà, ma i Soragnesi sono fin troppo consapevoli che si tratta soltanto di uno scalcinato libro dei sogni ed è per questo che due anni fa non hanno dato loro fiducia.
Anche la tattica del “divide et impera” che maldestramente cercano di attuare, ipotizzando malcontenti all’interno alla maggioranza, è una tattica ormai desueta e farebbero bene ad abbandonarla; se qualche mugugno c’è stato, ha fatto parte della normale dialettica interna, che non pretendiamo che fautori dell’idea monocratica possano capire.
Da parte nostra siamo a confermare il pieno sostegno all’operato dell’Amministrazione in carica, di cui apprezziamo gli importanti benefici recati al Comune, pur nella difficile situazione congiunturale in cui è costretta a lavorare.
Siamo altresì a ribadire la fiducia della Lega Nord di Soragna ai nostri rappresentanti in Giunta e Consiglio comunale, il cui lavoro, assicuriamo, si sta svolgendo in compatta armonia con il Sindaco e le restanti forze della maggioranza stessa.

Leganord Soragna